Banda larga, Scajola incontra Caio, parlano di digital divide

giovedì 26 marzo 2009 19:29
 

ROMA (Reuters) - Il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola e il sottosegretario Paolo Romani hanno incontrato oggi Francesco Caio, l'esperto voluto da Romani, che ha illustrato loro il suo rapporto sullo sviluppo della banda larga.

Lo riferisce una nota del ministero dello sviluppo.

Nell'incontro, si legge nel comunicato "sono state esaminate sia le proposte per portare la banda larga ai 7,5 milioni di italiani che ne sono ancora privi utilizzando fondi statali, regionali e privati, sia le ipotesi strategiche per il potenziamento della rete nazionale attraverso lo sviluppo della fibra ottica".

Secondo Scajola "questo primo incontro di analisi del Rapporto è stato molto utile per cominciare ad esaminare le diverse ipotesi frutto del positivo lavoro di Francesco Caio. Il governo ribadisce la necessità di impostare in tempi brevi una piano strategico di sviluppo della rete in fibra ottica".

Scajola ha incaricato Romani di avviare una consultazione fra i soggetti interessati.

In passato Caio aveva elaborato uno studio per il governo inglese sullo sviluppo della rete di comunicazioni.

Attesa c'è per le indicazioni date da Caio per quello che riguarda il futuro della rete di Telecom Italia. Alcune indiscrezioni di stampa hanno parlato di 3 proposte formulate da Caio: una di questa prevederebbe la separazione della rete.