Tlc, indice Wef: Danimarca prima nella tecnologia, Italia 45a

giovedì 26 marzo 2009 16:48
 

GINEVRA (Reuters) - La Danimarca si è rivelata il Paese con l'economia più collegata in rete del mondo davanti alla Svezia e agli Usa, piazzandosi al primo posto della classifica, che vede l'Italia nella 45a posizione.

Lo ha annunciato oggi il World Economic Forum.

La graduatoria Wef Networked Readiness Index, sponsorizzata da Cisco, misura le tecnologie di informazione e comunicazione disponibili ed in uso, come l'accesso alla telefonia mobile ed ai servizi Internet.

Dietro agli Usa terzi, ci sono Singapore, Svizzera, mentre fra le 134 economie esaminate, stati poveri come Bangladesh, Burundi, Zimbabwe, Timor-Leste e Ciad sono nelle ultime posizioni.

Nel rapporto, il Wef afferma che investire in infrastrutture di telecomunicazioni e servizi può contribuire alla "concorrenza generale ed al progresso" e mette i Paesi sulla strada giusta per trarre vantaggio da un eventuale ripresa della crescita economica.

Le connessioni veloci ad Internet dovrebbero esser viste ora come "parte dell'infrastruttura di base di ogni Paese ed uno dei pilastri dell'economia della conoscenza", dice lo studio, che esorta i Paesi agli ultimi posti della graduatoria a fare il possibile per migliorare la propria connettività.

"Le comunicazioni mobili svolgono un ruolo chiave nelle economie in via di sviluppo, facilitando in modo cruciale la crescita economica e lo sviluppo", dice il rapporto.

Questi i primi dieci Paesi della classifica: Danimarca, Svezia, Stati Uniti, Singapore, Svizzera, Finlandia, Islanda, Norvegia, Olanda, Canada.

Il rapporto completo all'indirizzo: www.weforum.org/gitr.

 
<p>Lavoratori alla tastiera. REUTERS/Punit Paranjpe</p>