Skype usato per 8% di chiamate internazionali nel 2008

martedì 24 marzo 2009 15:50
 

LONDRA (Reuters) - L'8% del traffico delle chiamate internazionali nel 2008 è avvenuto tramite Skype, in aumento del 41% rispetto all'anno precedente. Lo ha reso noto oggi la compagnia di ricerca sulle comunicazioni TeleGeography.

"Solo cinque anni dopo il lancio, Skype è emerso come il maggior fornitore di comunicazione vocale oltreconfine di tutto il mondo", ha detto Stephan Beckert, analista di TeleGeography. Skype è di proprietà di eBay.

Secondo le stime di TeleGeography, nel 2008 sono state effettuate chiamate internazionali per 384 miliardi di minuti, in crescita del 12% rispetto all'anno precedente, ma le entrate sono rimaste piatte a causa di una diminuzione nel costo delle chiamate.

Skype, tradizionalmente percepita come una nemica dalle compagnie di telecomunicazioni che temono ulteriori perdite a causa delle chiamate vocali via internet, ha recentemente siglato accordi di collaborazione con operatori come 3, di Hutchison Whampoa, in Gran Bretagna.

In particolare le compagnie di telefonia mobile hanno poco da temere dall'utilizzo di Skype per le chiamate internazionali da parte dei consumatori, dal momento che è raro che le chiamate private oltreconfine vengano fatte dai telefoni cellulari. 3 dichiara di aver riscontrato un aumento nel traffico da quando ha lanciato un cellulare abilitato a Skype.

Il servizio di Skype a pagamento "Skype Out", che permette agli utenti di effettuare chiamate verso telefoni normali, da cui gli operatori di telecomunicazioni traggono profitto, ha generato nel 2008 chiamate per 8,4 miliardi di minuti -- circa un quarto di tutte le chiamate internazionali tramite Skype.

Fino ad ora Skype si è concentrato soprattutto sul mercato dei consumatori privati, ma ha annunciato ieri una nuova versione che punta alle aziende.

 
<p>Una registrazione a Skype. REUTERS/Rick Wilking</p>