Videogiochi: in 2008 vendite Gran Bretagna +21%, ma in 2009 -7%

lunedì 23 marzo 2009 10:12
 

LONDRA (Reuters) - I ricavi dalle vendite di videogiochi in Gran Bretagna sono aumentati del 21% nel 2008, nonostante il collasso delle catene di negozi Woolworths e Zavvi nell'ultimo trimestre dell'anno. Ma nel 2009 sono rallentati, almeno fino ad ora, del 7%. Lo ha annunciato oggi un cartello di rivenditori.

La Entertainment Retailers Association, i cui membri rappresentano oltre il 90% delle vendite di giochi, video e prodotti musicali in Gran Bretagna, ha reso noto che le vendite complessive nel 2008 sono cresciute del 5%: più dei pasti consumati fuori casa, dei libri e di altri hobby.

"Nessun settore può restare immune dai problemi dell'economia, ma questi risultati indicano che fin quando i fornitori lanceranno prodotti nuovi e innovativi d'intrattenimento, i consumatori risponderanno positivamente", ha detto la ERA in un comunicato.

I videogiochi, trainati dalla popolarità delle console Wii e Ds di Nintendo <7974.OS, hanno rappresentato il 37% del mercato al dettaglio dell'intrattenimento in Gran Bretagna nel 2008, piazzandosi dopo il 40% del settore video e prima del 23% di quello musicale.

Il declino dei prodotti musicali sembra essere rallentato grazie al download di singole tracce musicali, e le entrate complessive sono calate del 7%. Le vendite di download hanno assommato a 164 milioni di sterline (circa 154 milioni di euro), rappresentando il 12,7% del mercato musicale.

Le entrate dalle vendite di dvd sono calate del 2,5%.

 
<p>Videogiocatori. REUTERS</p>