Pc: a febbraio vendite Mac negli Usa calano del 16%, dice Npd

martedì 17 marzo 2009 10:20
 

SAN FRANCISCO, Stati Uniti (Reuters) - Le vendite nei negozi statunitensi di computer Mac di Apple sono calate a febbraio del 16%, mentre il boom dei netbook a basso costo, che montano il sistema operativo Windows, sono cresciute del 22%.

Lo ha reso noto ieri la società di ricerche Npd.

Le vendite di portatili Macbook sono calate del 7%, mentre i laptop che usano Windows hanno registrato un aumento del 16%, dice ancora Npd.

I dati di Npd sono piuttosto precisi per quel che riguarda le vendite di Apple, ma non comprendono le vendite dirette da parte di produttori di pc come Hewlett-Packard e Dell.

I dati tengono conto delle vendite negli Apple store, nelle catene come Best Buy e nei siti di e-commerce come Amazon.com. Non ci sono invece statistiche relative alle vendite nei negozi Wal-Mart .

L'analista di Npd Steve Baker spiega che gli altri prezzi dei prodotti Apple hanno reso più difficile la vendita negli usa, mentre i consumatori fanno i conti con la recessione.

In ogni caso, Baker sottolinea che "la domanda è in difficoltà ovunque.." e che comunque il margine di profitto dei prodotti Apple è più alto di quello di cui godono altri produttori.

A febbraio, comunque, anche i prezzi sono calati. Il prezzo medio di vendita di un portatile Mac è calato del 7%, a 1.512 dollari, dice Npd

Per quanto riguarda le macchine che usano Windows, la popolarità dei netbook è evidente, visto il calo del prezzo medio del 22%, a 560 dollari.

I pc da scrivania Mac hanno registrato un calo di vendite del 36% a febbraio, mentre la diminuzione per i desktop Windows è stata del 10%.

Due settimana fa Apple ha rinnovato la propria linea di desktop, e gli analisti prevedono un aumento delle vendite a marzo.

 
<p>Il logo di Apple a Cupertino, California. REUTERS/Robert Galbraith</p>