Google trasforma i messaggi vocali in email

giovedì 12 marzo 2009 13:36
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Google sta cercando di superare il confine tra telefono e computer con l'introduzione di Google Voice.

Il nuovo servizio combina la tradizionale strumentazione telefonica con la posta elettronica Gmail, consentendo all'utente di archiviare trascrizioni di messaggi telefonici nella propria casella email.

La mossa arriva mentre Google si sta spostando in altri ambiti che non siano solo la sua roccaforte del motore di ricerca Internet, dai cellulari ai software.

Ciò dimostra anche la capacità della società di fondere varie tecnologie -- sviluppate al proprio interno o acquisite -- in nuovi prodotti, anche se la recessione economica mette in dubbio il futuro di alcuni progetti.

Google Voice si basa sulla tecnologia di Grand Central Communications, società che Google ha acquisito nel luglio 2007. Dopo un silenzio di quasi due anni, alcuni osservatori temevano che Grand Central seguisse il destino di Dodgeball, altra società acquisita e poi chiusa formalmente quest'anno.

Come il prodotto originale Grand Central, Google Voice offre agli utenti un singolo numero telefonico che può smistare le chiamate in arrivo a casa, al lavoro e sul cellulare.

La nuova versione usa una tecnologia di riconoscimento vocale che Google ha sviluppato per il suo servizio Goog-411, che trascrive automaticamente i messaggi vocali in testo. I messaggi trascritti possono essere poi girati con email o sms a una casella di posta elettronica.

Non è chiaro come Google Voice interagirà con il modello di business di Google, che incassa dalla pubblicità il 97% delle sue entrate.

 
<p>Google trasforma i messaggi vocali in email. REUTERS/Fabrizio Bensch</p>