Sony Pictures taglia 250 posti di lavoro in Usa e all'estero

mercoledì 11 marzo 2009 08:26
 

LOS ANGELES (Reuters) - Sony Pictures di Sony ha annunciato un piano di ridurre la sua forza lavoro del 3,5%, pari a circa 250 persone.

Altre 100 posizioni aperte saranno lasciate vacanti e delle 250 che saranno licenziate, circa 150 riguarderanno gli Stati Uniti e 100 posti all'estero.

Altri studios che hanno recentemente tagliato posti includono la Warner Bros di Time Warner, Universal Pictures di General Electric e Paramount Pictures di Viacom.

"Oggi, il nostro studio resta in attivo, ma negli ultimi cinque mesi, la crisi finanziaria globale ha iniziato ad impattare su alcune delle nostre linee di business, come la syndication tv e la vendita di dvd e pubblicità", hanno spiegato in un memo ottenuto da Reuters Michael Lynton, presidente e Ad di Sony Pictures Entertainment e Amy Pascal, co-presidente di Sony Pictures.

"La riduzione della forza lavoro coinvolgerà circa il 3,5% dei nostri dipendenti in tutto il mondo", aggiunge il documento.

Sony ha precisato che i tagli sono separati dalle 8.000 posizioni tagliate dalla sua casa madre giapponese, soprattutto nella divisione elettronica.

 
<p>Immagine d'archivio di un ufficio Sony a Tokyo. REUTERS/Kim Kyung-Hoon (JAPAN)</p>