Media Usa, giornale di Seattle potrebbe trasferirsi online

venerdì 6 marzo 2009 18:43
 

(Reuters) - Hearst, uno dei più grandi editori degli Stati Uniti, ha offerto a diversi giornalisti del suo Seattle Post-Intelligencer (P-I) di lavorare ad una versione solo online del giornale, mentre si fanno insistenti le voci secondo cui il giornale stampato potrebbe chiudere. Lo hanno riferito alcuni media.

Due giornalisti hanno detto di avere ricevuto "un'offerta informale" che diventerebbe definitiva se il sito Internet riceverà il via libera dei vertici di Hearst, come ha scritto ieri lo stesso P-I sul web dopo che si era diffusa la notizia.

Il Wall Street Journal e il New York Times hanno scritto che il giornale, vincitore di un premio Pulitzer, presenterà un piano per trasferirsi su Internet.

Non è chiaro quanti dipendenti rimarranno, se il cambio si farà davvero, ha detto il Journal.

Non è stato possibile raggiungere l'editore per un commento.

Nel gennaio scorso, l'editore aveva detto che avrebbe cercato di vendere P-I e, se non avesse trovato un acquirente entro 90 giorni, avrebbe esplorato altre opzioni, tra cui il trasferimento sul web.

Nessun compratore si è fatto avanti e un annuncio dell'editore è atteso per la prossima settimana, ha scritto il New York Times.

Diversi giornali americani in crisi hanno chiesto di avviare la procedura di fallimento o hanno deciso drastici tagli di costi.