Fiat presenta nuovo motore "multiair", scettica su ibridi

mercoledì 4 marzo 2009 15:32
 

GINEVRA (Reuters) - La controllata Fiat Fiat Powertrain Technologies (Fpt), ha ideato la tecnologia multiair per motori che avranno minori emissioni e consumi, che sarà applicata per la prima volta all'Alfa Romeo MiTo nell'ultimo trimestre del 2009.

Lo ha annunciato l'AD di Fpt, Alfredo Altavilla, aggiungendo che Fiat è scettica sul successo nel breve di motori ibridi.

"Stiamo studiando un motore ibrido, come tutti", ha detto Altavilla, in una conferenza stampa al Salone dell'auto di Ginevra. "Ma non pensiamo che questo sia il futuro dei motori per auto nel breve periodo".

"Innanzitutto per una questione di costi", ha aggiunto. "Soprattutto in un momento dove il prezzo dell'auto è uno degli elementi principali, se non l'elemento principale nella decisione per l'acquisto".

Tra i vantaggi dei nuovi motori il cui sviluppo ha comportato un investimento di 100 milioni di euro: l'aumento della potenza del 10%, la riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di Co2 del 10%.

"Il motore multiair sarà disponibile per tutti nostri partner, presenti e futuri", ha spiegato Altavilla a chi chiedeva se facesse parte della tecnologia che il gruppo Fiat intende a fornire al produttore Usa Chrysler, con il quale ha annunciato un'alleanza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano