Stop a Grande Fratello su web Rcs, giudice dà ragione a Mediaset

martedì 3 marzo 2009 18:35
 

MILANO (Reuters) - I filmati del Grande Fratello non potranno più essere diffusi su Internet senza l'autorizzazione di Mediaset.

E' quanto ha stabilito oggi il Tribunale di Milano, con un'ordinanza a seguito di un procedimento di urgenza (ex art. 700) promosso da Rti, società del gruppo Mediaset, contro Rcs, editrice del Corriere della Sera.

Il tribunale, informa una nota Mediaset, ha infatti ordinato a Rcs di interrompere immediatamente la diffusione su propri siti web di filmati dell'edizione in corso del reality show di Canale 5.

La decisione "accoglie le richieste di Mediaset che lamentava la lesione dei propri diritti esclusivi sulla trasmissione e respinge invece le tesi di Rcs che si appellava al diritto di cronaca", dice ancora la nota.

Il giudizio di urgenza promosso contro Rcs, ricorda ancora Mediaset, si inquadra "nella più ampia strategia del gruppo Mediaset avviata la scorsa estate con l'azione di risarcimento danni contro YouTube e tesa a difendere il diritto di disporre in piena esclusiva di propri contenuti televisivi".

Dopo l'ordinanza odierna, Mediaset ha confermato l'intenzione di proseguire la sua azione a tutela del diritto di autore, perseguendo "ogni utilizzo illegittimo di proprio materiale sulla rete. Ed ha annunciato che sono già in partenza nuove azioni legali "contro siti web e provider che pubblicano contenuti televisivi Mediaset senza autorizzazione".