iPhones, nuova applicazione per fitness controlla battito cuore

lunedì 2 marzo 2009 14:16
 

di Dorene Internicola

NEW YORK (Reuters) - Per alcuni di noi l'iPhone resterà sempre un inquietante emblema del mondo contemporaneo: uno strano strumento che ti permette di telefonare, ascoltare musica, imparare una nuova lingua e ritrovare la strada di casa.

Adesso una nuova tecnologia permette all'iPhone di monitorare anche la propria attività cardiaca e la propria forma fisica.

"Volevamo rendere il controllo del fitness un'esperienza divertente, semplice e personalizzata", ha detto Michael C. Williams, fondatore e AD di iTmp Technology, che ha sviluppato il programma di monitoraggio.

"E l'abbiamo fatto sfruttando la tecnologia di iPhone".

Un modo per controllare il livello di attività fisica è il battito cardiaco. Durante un'attività moderata ad esempio, il battito dovrebbe assestarsi dal 50% al 70% del battito massimo di una persona, secondo i Centri per il Controllo delle Malattie.

Sm Heart Link, un cosiddetto "ponte senza fili", rileva i dati da sensori -- come quelli posti sulla cyclette, o la cintura pettorale per la rilevazione del battito cardiaco -- e li manda all'iPhone.

"Ci sono dozzine di applicazioni per il fitness su iPhone, ma nessuna fino ad ora utilizzava i dati del battito cardiaco o altri sensori", ha detto Williams dalla sede della sua compagnia a Santa Barbara, California.

IPhone, ha aggiunto, può essere usato ora sia come rilevatore del battito cardiaco, sia come computer da usare sulle cyclette, che rileva e memorizza gli allenamenti, e può addirittura inviare i dati ai siti web di cliniche mediche perché vengano controllati.

"Nel giro di pochi secondi si può calibrare il proprio programma di fitness", ha detto Williams. "Il tuo consumo calorico viene suddiviso in grassi e carboidrati, e analizzato in base ai dati del tuo metabolismo, non alle tabelle basate su un campione medio della popolazione".

Questo naturalmente ha un costo. L'applicazione è gratuita, ma il programma costa 155 dollari; inoltre c'è il prezzo dei controlli, dei sensori e dell'iPhone.

 
<p>Un negoziante mostra un iPhone della Apple. REUTERS/Morteza Nikoubazl</p>