Fastweb,AD: scorporo reti non possibile perché Telecom contraria

giovedì 26 febbraio 2009 12:13
 

MILANO (Reuters) - Fastweb ritiene che lo scorporo e il conferimento delle reti di telefonia fissa a una nuova società non sia fattibile, al momento, a causa della contrarietà di Telecom Italia.

"Al momento non vedo nessuna possibilità, perchè Telecom Italia è fortemente contraria", ha detto l'AD Stefano Parisi durante la conference call sui risultati, rispondendo a chi chiedeva un commento sull'ipotesi di questa operazione e se Fastweb avrebbe conferito volentieri la sua rete.

Esponenti della maggioranza di governo hanno proposto la costituzione di una newco a cui Telecom Italia e altri conferirebbero la rete di telefonia fissa. Nel capitale della società entrerebbero investitori istituzionali e la Cassa Depositi e Prestiti.

"Quello che speriamo è che con Open Access migliori la trasparenza", ha aggiunto.

Open Acess è la divisione Telecom Italia per la rete di telefonia fissa. A dicembre del 2008 l'autorità per le telecomunicazioni, AgCom, ha dato il via libera al piano di impegni Telecom per garantire parità di accesso da parte di tutti gli operatori.

NESSUNA RIDUZIONE PREZZI

L'AD ha aggiunto che la società non intende ridurre i prezzi nel 2009, nonostante il rallentamento dell'economia, e vede un miglioramento della quota di mercato nel segmento corporate.

"Non taglieremo i prezzi, anche in presenza di un rallentamento", ha detto Parisi.

"Ora abbiamo una quota di mercato del 12-13%", ha aggiunto l'AD rispondendo a una domanda sul mercato corporate. "Nel medio, lungo termine abbiamo un obiettivo al 20% che consideriamo facilmente raggiungibile".

"Nel 2009 prevediamo un aumento significativo della quota di mercato", ha spiegato, sempre con riferimento al corporate.

 
<p>Un logo Fastweb. REUTERS/Ho</p>