Ue, 17 social network firmano accordo contro bullismo online

martedì 10 febbraio 2009 16:08
 

BRUXELLES (Reuters) - Diciassette siti di social networking in Europa, tra cui Facebook e MySpace, hanno firmato oggi un patto volto a frenare il "bullismo online" e a proteggere la privacy degli utenti minorenni. Lo ha riferito la Commissione Europea.

La Commissione, braccio esecutivo dell'Unione europea, ha dichiarato che l'accordo ridurrà gli episodi in cui ragazzini tormentano i loro coetanei sul web, e contribuirà a limitare il "grooming", la pratica con cui degli adulti "fanno amicizia" online con minorenni con l'intenzione di commettere abusi sessuali.

"E' un passo importante dell'Ue per rendere più sicura la navigazione dei nostri bambini sui social network", ha detto in una nota Viviane Reding, Commissario Ue per la Società dell'Informazione e dei Media.

L'utilizzo dei social network è cresciuto del 35% in Europa nell'ultimo anno e si prevede che il numero di utenti raddoppi fino a 107,4 milioni entro il 2012, ha spiegato la Commissione, sottolineando che questo comporta maggiori rischi per i bambini che navigano sul Web.

MySpace, di proprietà di News Corp. ha riferito la settimana scorsa a un'unità investigativa degli Usa di aver impedito l'accesso al sito a circa 90.000 utenti registrati colpevoli di crimini a sfondo sessuale negli ultimi due anni.

La Commissione ha detto che l'accordo volontario si prefigge di:

* Assicurare che i profili privati degli utenti minorenni non risultino digitando il loro nome sui motori di ricerca.

* Introdurre un software facilmente identificabile e accessibile di "segnalazione degli abusi", che permetta agli utenti di segnalare con un solo click eventuali contatti o comportamenti inappropriati da parte di altri utenti.

* Assicurare che l'accesso al profilo online completo e all'elenco dei contatti degli utenti minorenni registrati ai siti web sia impostato di default come "privato", per rendere più difficile ai malintenzionati mettersi in contatto con i ragazzini.

Il British Home Office aveva preso provvedimenti simili lo scorso aprile per migliorare la sicurezza online, mentre 49 procuratori degli Usa hanno firmato accordi separati con MySpace e Facebook.

Gli altri siti che hanno firmato il patto dell'Ue comprendono: Arto, Bebo, Dailymotion, Giovani.it, Google/YouTube, Hyves, Netlog, Nasza- klaza.pl, One.lt, Skyrock, StudiVZ, Sulake/Habbo Hotel, Yahoo!Europe, e Zap.lu.

 
<p>Ue, 17 social network firmano accordo contro bullismo online. REUTERS/Aly Song</p>