Marche, test a micropagamenti con carta di credito senza firma

martedì 10 febbraio 2009 14:16
 

MILANO (Reuters) - Micropagamenti con carta di credito, ma senza scontrino e firma: basterà avvicinare la tessera a un display.

E' quanto sta sperimentando Banca Marche, che in collaborazione con MasterCard e CartaSi, ha lanciato un'iniziativa nelle città di Pesaro, Fano, Cattolica e Gabicce Mare per gestire in modo nuovo e sicuro i pagamenti fino a 25 euro.

Come informa una nota, l'iniziativa, chiamata "Pagovelox" vedrà coinvolti un notevole numero di esercizi commerciali convenzionati con Banca Marche, già dotati dei terminali Pos di Quercia Software, ed alcune migliaia di titolari di carte di credito della Banca.

Le carte di credito, emesse per Banca Marche da CartaSi su circuito MasterCard, spiega la nota, oltre alle normali funzioni sono dotate di una tecnologia contactless PayPass MasterCard, che consente pagamenti fino a 25 euro semplicemente avvicinando la carta al Pop abilitato, senza doverla strisciare nel lettore o firmare lo scontrino.

Gli esercizi commerciali che aderiranno all'iniziativa Pagovelox avranno in dotazione un particolare Pos gestito da Quercia Software che eseguirà, oltre alle tradizionali transazioni, anche quelle "senza contatto".

La procedura, rapida e "offline", permette al cliente di pagare, senza separarsi dalla carta e dopo che l'esercente ha digitato l'importo accostando la sua carta di credito al display dove è visualizzato il prezzo.

Il progetto prevede, in fasi successive, l'estensione ad altre aree geografiche.

Banca Marche è nata nel 1995 dalla fusione fra le Casse di Risparmio di Pesaro, Macerata e Jesi.

Quercia Software spa fondata nel 1987 con sede a Verona offre tecnologie, servizi e soluzioni per Banche e Imprese. E' leader nel settore del corporate banking interbancario e tra le best practice nelle soluzioni di e-payments (here).

 
<p>Il logo di MasterCard, immagine d'archivio. REUTERS/Sam Mircovich (UNITED STATES)</p>