Spazio, scoperto il più piccolo pianeta fuori dal sistema solare

martedì 3 febbraio 2009 19:11
 

LONDRA (Reuters) - Alcuni scienziati francesi hanno scoperto il più piccolo pianeta situato fuori dal nostro sistema solare, grande meno della metà della Terra.

Il cosiddetto "esopianeta" potrebbe essere roccioso come la Terra ma la sua temperatura è così alta che potrebbero essere coperto di lava o vapore acqueo, secondo quanto emerge dalla missione guidata dall'Agenzia spaziale francese.

"Questa scoperta è un passo molto importante sulla strada della comprensione della formazione e dell'evoluzione del nostro pianeta", spiega Malcolm Fridlund dell'Agenzia spaziale europea, che sta partecipando alla missione.

"Per la prima volta, abbiamo individuato senza ambiguità un pianeta che è 'roccioso' nello stesso modo della nostra Terra".

Sono circa 330 gli esopianeti orbitanti oltre il sole della Terra scoperti finora, e per la maggior parte si tratta di giganti gassosi con caratteristiche simili a Giove o Nettuno.

La nuova scoperta, denominata COROT-Exo-7b -- è diversa. Orbita molto vicino alla sua stella una volta ogni 20 ore, con una temperatura tra i 1.000 e i 1.500 gradi centigradi.

Gli astronomi -- che hanno usato un telescopio orbitante -- hanno fatto la scoperta quando il pianeta è passato davanti al suo sole, affievolendo la luce della stella mentre si spostava davanti ad essa, ha spiegato il team.

Gli scienziati sostengono che la scoperta è importante perchè le recenti misurazioni hanno indicato l'esistenza di pianeti di piccola massa, ma finora la loro taglia non era stata determinata.

La maggior parte degli esopianeti sono stati individuati usando misurazioni indirette, osservando i loro effetti sui campi gravitazionali dei loro soli.

In questo caso, i ricercatori hanno detto di essere stati in grado di misurare direttamente la superficie del pianeta, che potrebbe essere roccioso come la Terra e coperto di lava liquida. Potrebbe inoltre appartenere ad una classe di pianeti che si pensa essere composti di acqua e roccia in pari quantità.

 
<p>Un'immagine realizzata da un artista che raffigura un esoplaneta davanti al proprio sole. REUTERS/NASA/ESA/G. Bacon/Handout</p>