Memorie Dram, previsto calo del 63% in investimenti nel 2009

lunedì 2 febbraio 2009 09:58
 

SEOUL (Reuters) - Gli investimenti da parte dei produttori di Dram di tutto il mondo subiranno un calo del 63% quest'anno, superiore a quello atteso, a causa della crisi. Lo riferisce iSuppli, azienda americana di ricerca.

I produttori di memorie dinamiche ad accesso random (Dram) e chip, utilizzati principalmente nei personal computer, hanno subito perdite sempre maggiori e i prezzi dei chip sono scesi sotto il loro costo, colpiti dal calo della domanda e da un eccesso di offerta.

"A peggiorare le cose, l'economia globale e le condizioni del mercato delle Dram rischiano di costringere i produttori a ridurre gli investimenti di oltre il 70% quest'anno", riporta iSuppli oggi in una nota.

"Gli investimenti totali dell'industria di Dram quest'anno saranno inferiori a quelli effettuati solo da Samsung Electronics nel 2007".

Samsung, leader del settore, aveva investito 4,8 miliardi di dollari nell'industria delle Dram nel 2007, mentre per il 2009 ci si aspetta che l'investimento totale di tutto il settore di Dram non superi i 4,11 miliardi di dollari, secondo le stime di iSuppli.

L'insolvenza della tedesca Qimonda dichiarata a fine gennaio, non dovrebbe avere impatti immediati sui prezzi dei chip, ha detto l'azienda di ricerca, aggiungendo che il calo dei prezzi medi delle Dram quest'anno non andrà oltre il 30%.

 
<p>Un chip di memoria Dram. LJW/DL</p>