Ambiente, analisti: industria Itc produce Co2 quanto aviazione

giovedì 15 gennaio 2009 18:46
 

LONDRA (Reuters) - L'industria informatica è finita nel mirino degli ambientalisti per il suo contributo al riscaldamento globale, anche se non attira tante critiche quante quelle rivolte al settore dell'aviazione con il via libera di oggi della Gran Bretagna al piano di espansione dell'aeroporto londinese di Heathrow.

I computer sono al vaglio degli esperti riguardo i consumi di energia e le emissioni di Co2 prodotte in particolare dai centri di immagazzinamento dati, mentre il dibattito sul clima si estende oltre l'industria pesante e il trasporto aereo.

La Information and communication technology (Itc), affermano gli analisti, contribuisce quanto l'aviazione al riscaldamento globale, con il 2% delle emissioni globali di Co2, ma tale incidenza crescerà del 6% ogni anno, contro il 3% per gli aerei indicato dalla International air transport association (Iata) in un rapporto del 2008.

La Gran Bretagna ha approvato oggi la costruzione di una terza pista all'aeroporto internazionale più frequentato al mondo, una buona notizia per l'industria del settore che ha scatenato però le ire degli ambientalisti.

 
<p>L'industria informatica &egrave; finita nel mirino degli ambientalisti per il suo contributo al riscaldamento globale, immagine d'archivio. REUTERS/Pichi Chuang (TAIWAN)</p>