Nuova Zelanda, polizia usa Facebook per arrestare svaligiatore

mercoledì 14 gennaio 2009 12:15
 

WELLINGTON (Reuters) - In Nuova Zelanda la polizia ha arrestato uno svaligiatore utilizzando il sito di social networking Facebook per identificarlo e rintracciarlo.

In quello che è stato definito il primo "arresto su Facebook", la polizia di Queenstown nella Nuova Zelanda meridionale ha diffuso le immagini riprese da una telecamera del sistema di sicurezza che mostravano il volto di un uomo che aveva tentato di forzare la cassaforte di un locale pubblico.

"Il ladro è stato identificato dopo che le immagini del filmato sono state diffuse su Facebook. E' stato identificato dal pubblico che lo ha visto su Facebook e poi in tv dove nel notiziario sono state mostrate le immagini di Facebook", ha detto in una nota la stazione di polizia sul suo sito nella pagina di Facebook.

La polizia ha spiegato che l'uomo un ventunenne di Queenstown comparirà oggi davanti al giudice. I media locali hanno detto che mentre tentava di forzare la cassaforte ha avuto caldo e si è tolto il passamontagna mostrando il proprio volto alla telecamera nascosta.

"E' stato davvero molto stupido. La stanza è piccolissima e può diventare davvero calda. Chiaramente non si è reso conto sino all'ultimo momento che c'era la telecamera. Si è guardato attorno e ha avuto un'espressione sconcertata quando l'ha vista", ha detto secondo i media Mel Kelly, uno dei responsabili del locale.

In novembre, un ristoratore al quale non era stato pagato il conto da cinque ragazzi ha usato Facebook per rintracciarli, c'è riuscito ed è stato pagato.

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Kimberly White (UNITED STATES)</p>