Hi-tech, i prodotti touch-screen non considerano i ciechi

venerdì 9 gennaio 2009 10:41
 

NEW YORK (Reuters) - La diffusione sempre maggiore degli apparecchi elettronici touch-screen, cui ha contribuito soprattutto l'iPhone di Apple, sta preoccupando i non vedenti che temono che i produttori ignorino le loro esigenze.

Questa settimana, il cantante Stevie Wonder, che ha perso la vista da neonato, e altri hanno partecipato al Salone dell'elettronica di consumo a Las Vegas per persuadere i produttori a tenere in considerazione anche le esigenze delle persone non vedenti.

Wonder ha detto che tra i suoi desideri ci sono un'auto che possa guidare personalmente e una radio satellitare Sirius XM da poter gestire.

Il cantante ha ricordato che alcune aziende si sono adoperate affinché i propri prodotti siano più accessibili ai non vedenti.

I sostenitori dei diritti dei non vedenti hanno sottolineato che se le case produttrici mettessero a punto apparecchi elettronici in grado di essere utilizzati anche dai ciechi, otterrebbero prodotti più semplici da usare anche per chi è dotato della vista.

Con la sempre maggiore diffusione di prodotti touch screen, anche apparecchi di facile utilizzo come le tv e gli stereo sono diventati difficili da usare per i non vedenti dato che utilizzano diversi menù che devono per forza di cose essere visti.

Le case produttrici stanno inserendo i sistemi touch screen in moltissimi prodotti dalle calcolatrici agli orologi, ai computer e ai lettori musicali.

 
<p>Un dispositivo touch screen. REUTERS/Rick Wilking</p>