Vietnam, governo vieta blog "sovversivi"

giovedì 25 dicembre 2008 12:06
 

HANOI (Reuters) - Il ministero dell'Informazione e delle Comunicazioni del Vietnam, che disciplina l'uso di Internet nel Paese del sud-est asiatico, ha vietato i blog sovversivi o che rivelino segreti di Stato o economici. Lo ha scritto ieri il quotidiano "Hanoi Moi".

Secondo una circolare del ministero citata dal giornale, i blog devono facilitare la connessione e la condivisione di informazioni, devono rispettare le tradizioni e le leggi del Vietnam ed essere scritti in vietnamita "chiaro e pulito".

L'uso di Internet è letteralmente esploso in Vietnam negli ultimi anni, e i blog - o diari in rete - sono divenuti strumenti molto popolari. Sono circa 21 milioni le persone che usano il Web, vale a dire circa un quarto della popolazione, secondo i dati diffusi dal Centro Internet del ministero. L'anno scorso gli utenti erano 17,7 milioni, e 14,7 milioni nel 2006.

I fornitori di servizi Internet saranno ritenuti responsabili dei contenuti dei blog che ospitano, dice ancora la circolare, che però non spiega cosa accade nel caso i blog siano ospitati su server stranieri, come nel caso della popolare piattaforma Yahoo!360.

Il ministero punta però a contattare Yahoo e Google per chiedere la loro collaborazione "nel creare l'ambiente migliore e più sano per i blogger", aveva scritto nei giorni scorsi il quotidiano Thanh Nien. E ad agosto il governo aveva emesso un decreto relativo alla gestione, alla fornitura di servizi e all'Uso di Internet e dell'informazione.

 
<p>Nguyen Kim Anh guarda sullo schermo una pagina web dedicata al Vietnam nel corso di una conferenza stampa a Hanoi. Il paese del sud est asiatico ha annunciato una restrizione delle norme di accesso al web, soprattutto per i blog. REUTERS/Dylan Martinez</p>