Apple si prepara a un 2009 incerto

giovedì 18 dicembre 2008 13:43
 

Di Gabriel Madway

SAN FRANCISCO (Reuters) - La fine d'anno è solitamente un buon periodo per Apple, tra i consumatori che affollano i suoi negozi e l'attesa per il salone Macworld che si terrà a gennaio.

Ma quest'anno non si chiude nel migliore dei modi e le prospettive del 2009 sembrano anche meno brillanti.

L'amministratore delegato Steve Jobs non pronuncerà il tradizionale discorso al Macworld di gennaio, un fatto che da alcuni viene letto come l'assenza di grandi prodotti nei negozi.

Le vendite di Apple risentono della mancanza di nuovi desktop, hanno detto gli analisti Npd, e secondo Goldman Sachs la compagnia si troverà ad affrontare una situazione ancora peggiore con il calo della domanda per i prodotti di fascia alta.

Inoltre, la notizia che Phil Schiller, senior vice presidente marketing per i prodotti in tutto il mondo, pronuncerà il discorso all'inaugurazione del Macworld al posto di Jobs, ha fatto perdere al titolo più del 6% ieri, facendo riemergere le preoccupazioni sullo stato di salute di Jobs.

Apple rimane un brand icona, invidiato dai concorrenti per il suo marketing, il suo bilancio patrimoniale e la sua forte crescita. Ma le aspettative deluse del lancio di un nuovo importante prodotto e il calo della spesa dei consumatori, hanno reso le prospettive un po' più cupe.

Shaw Wu, un analista di Kaufman Bros, ha detto che Apple è "ben posizionata per affrontare la crisi", ma ha aggiunto che secondo lui dovrebbe provare a fissare prezzi più bassi per stimolare le vendite.

Yair Reiner, analista di Oppenheimer si è detto invece preoccupato per il futuro.   Continua...

 
<p>Steve Jobs fondatore e amministratore delegato di Apple. REUTERS/Kimberly White</p>