Siemens pagherà 1 miliardo di euro per cause corruzione

lunedì 15 dicembre 2008 20:10
 

WASHINGTON (Reuters) - Siemens AG e tre delle sue sussidiarie pagheranno multe per circa un miliardo di euro per risolvere cause giudiziarie per tangenti negli Usa e in Germania, in quello che il Dipartimento di Giustizia americano ha definito il più eclatante caso di pratiche corruttive dall'estero mai scoperto.

Lo ha annunciato in una nota la stessa società.

Siemens ha accettato di pagare 800 milioni di dollari per regolare il procedimento negli Usa, mentre il concordato con le autorità tedesche prevede il pagamento di una multa da 395 milioni di euro (531,9 milioni di dollari).

La società aveva già accettato nel 2007 di pagare circa 287 milioni di dollari per regolare una causa analoga con le autorità tedesche.

Le autorità americane giudiziarie e la Securities and Exchange Commission, hanno accusato la società di aver violato il codice sulle pratiche di corruzione estera attraverso una serie di mancati controlli interni.

Il Dipartimento della Giustizia ha accusato Siemens AG di aver effettuato tra 2001 e 2007 pagamenti illeciti per 1,36 miliardi di dollari per assicurarsi favori e contratti.

In cambio della transazione accettata, Siemens - che dovrà nominare un supervisore indipendente per quattro anni e cooperare con l'indagine del governo Usa che andrà avanti - sarà ancora considerata "ditta d'appalto responsabile" negli Usa dove potrà continuare a concorrere negli appalti governativi.

Il titolo Siemens ha chiuso in calo dello 0,5% a 47,15 euro a Francoforte.