Google vuole una "linea veloce" per i suoi contenuti

lunedì 15 dicembre 2008 18:52
 

PHILADELPHIA (Reuters) - Google ha contattato fornitori Internet con la proposta di creare una "linea veloce" per i suoi contenuti.

La notizia è stata pubblicata ieri dal Wall Street Journal.

Oggi un consulente di Google per media e telecomunicazioni ha precisato che l'iniziativa ha lo scopo di far giungere meglio i contenuti agli utenti e che la società intende rispettare i principi di parità di accesso per tutti, smentendo i timori di chi teme una violazione della "neutralità" del web.

Il giornale ha scritto che un importante operatore cavo in colloqui con Google ha detto di essere riluttante a stipulare un accordo per il timore di violare le linee guida della Commissione comunicazioni federale sulla neutralità della Rete.

Le società cavo e telefoniche che gestiscono dati dovrebbero trattare tutto il traffico allo stesso modo.

Richard Whitt, consulente di Google, in un post sul blog della società ha precisato che la società è da sempre impegnata nel campo dell'ottimizzazione del trasferimento rapido dei dati e che l'azione svolta sui provider "non dovrebbe comunque consentire loro di svolgere controlli unilaterali sulle connessioni a banda larga dei clienti per condizionarne uso, concorrenza e innovazione".

La proposta di Google, chiamata OpenEdge, collocherebbe i server Google direttamente nel network dei provider di servizi, dice il giornale. Questo accelererebbe il servizio di Google per gli utenti.

Il Wall Street Journal aveva scritto che che alla domanda su OpenEdge, Google ha risposto che altre società potrebbero concludere accordi analoghi.

 
<p>Google vuole una "linea veloce" per i suoi contenuti. REUTERS/Mike Segar</p>