Minacce malware aumentano a Natale: ecco la top 10 dei rischi

mercoledì 10 dicembre 2008 15:56
 

ROMA (Reuters) - Il web potrebbe risultare comodo per chi cerca di risparmiare tempo e denaro nella scelta dei regali da mettere sotto l'albero per Natale, ma occorre fare attenzione se ci si imbatte in offerte troppo vantaggiose: possono nascondere minacce alla sicurezza di chi compra online.

Secondo la classifica dei dieci maggiori rischi per gli internauti nel periodo delle festività stilata da Trend Micro -- azienda specializzata in tecnologie per la protezione dei dati da malware e spam --, la prima minaccia è rappresentata da fatture false, inviate tramite e-mail che richiedono di aprire e stampare una "ricevuta" in allegato, o attraverso messaggi provenienti da noti corrieri ma infettati da Trojan.

Al terzo posto troviamo il phishing nell'e-commerce, con gli acquirenti online vittime di furti di informazioni a scopo di lucro, e in quarta posizione i sondaggi online che promettono compensi e buoni regalo, in realtà potenziali mezzi per la raccolta di dati personali come nel caso della finta indagine su Barack Obama che prometteva buoni benzina del valore di 500 dollari.

L'invasione dei negozi online, avverte Trend Micro, potrebbe inoltre favorire la ricomparsa di vecchi malware e la diffusione di virus su siti web ad alto traffico (quinto posto), al sesto troviamo risultati di ricerche sul web avvelenati da codici maligni, e al settimo i messaggi promozionali che offrono occasioni super-vantaggiose e prezzi stracciati ma che inducono l'ignaro utente a scaricare inconsapevolmente programmi malware con un click.

Le sempre più popolari e-card, biglietti d'auguri elettronici, sono talvolta uno specchietto per le allodole distribuiti tramite link inseriti in messaggi spam oppure sotto forma di allegati, che se aperti scaricano malware sul sistema (ottavo posto), e gli inviti ad aiutare le vittime degli uragani e la Croce Rossa attraverso donazioni benefiche sono talvolta solo un tentativo di furto di informazioni private (nono posto).

Infine, gli sconti speciali sugli oggetti del momento: se desiderate l'iPhone di Apple e non resistete alla tentazione di cogliere al volo un'offerta sul web, dice Trend Micro, tenete a mente che gli articoli di tendenza vengono spesso utilizzati dagli autori di malware per indurre gli utenti a cliccare su link pericolosi e inserire informazioni personali all'interno di siti creati appositamente.

 
<p>Minacce malware aumentano a Natale: ecco la top 10 dei rischi. REUTERS PICTURE</p>