Sky, Berlusconi per revoca aumento Iva, poi Tremonti nega

martedì 2 dicembre 2008 21:13
 

TIRANA/BRUXELLES (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sembra aprire alla possibilità che venga revocato l'aumento dal 10 al 20% dell'Iva sulle tv a pagamento che colpisce Sky Italia, ma da Bruxelles il ministro dell'Economia Giulio Tremonti precisa che il governo non ha "nessuna intenzione di cambiare il decreto" e che, se necessario, porrà la fiducia in Parlamento.

Parlando nel corso di una conferenza stampa a Tirana, il capo del governo aveva detto: "Se la sinistra insiste perché si cambi la norma io la prendo in parola. Sono assolutamente d'accordo purché si rispettino le norme europee".

Tremonti ha invece ricordato che l'allineamento Iva sulla Pay tv "era un impegno preso dal governo Prodi con la Commissione europea" e che "se c'è da dare i soldi è a chi ne ha bisogno".

"La prassi Ue dice che non posso avere aliquote diverse se il servizio è lo stesso, anche se la distribuzione è diversa, fermo restando che la Rai è un'altra cosa", ha detto Tremonti.

Il ministro ha distribuito ai giornalisti un dossier aperto dalla direzione generale fiscalità e unione doganale dalla Commissione Ue nell'ottobre 2007, dove si dice che "il trattamento Iva dei servizi di trasmissione Tv in Italia solleva preoccupazioni dal punto di vista del diritto comunitario".

Nel dossier è presente una risposta dell'allora governo Prodi che, a gennaio 2008, si impegnava ad allineare "al più presto" le aliquote sui servizi di trasmissione tv.

"Era stata avviata una procedura di infrazione comunitaria: la soluzione poteva essere solo l'allineamento delle aliquote e nel dossier trovate l'impegno del governo Prodi per ottemperare... il termine per rispettare l'impegno ad allineare l'aliquota scadeva in questi giorni", ricostruisce Tremonti.

"Bisognava decidere se portare [l'aliquota Iva per tutti i servizi di trasmissione radiotelevisiva] al 10% [allineandoli verso il basso] o tutti al 20% [allineandoli verso l'alto]. Noi abbiamo scelto di portare tutto al 20%", ha spiegato il ministro.

L'opposizione ha attaccato la misura, contenuta nel decreto anti crisi varato venerdì scorso, perché colpisce sostanzialmente Sky, la principale concorrente assieme alla Rai di Mediaset, controllata tramite Fininvest dalla famiglia di Berlusconi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

 
<p>Sky, Berlusconi apre a revoca aumento Iva a 20% in dl anti crisi. REUTERS/Yves Herman</p>