Pc in touchscreen più accessibili, cresce interesse produttori

mercoledì 26 novembre 2008 11:56
 

di Kelvin Soh

TAIPEI (Reuters) - I computer dotati di touchscreen potrebbero diventare presto un prodotto per il grande pubblico, e non più di nicchia, grazie al calo dei prezzi degli schermi Lcd e alla migliorata qualità di immagini e applicazioni.

I produttori, infatti, iniziano a guardare con interesse il settore, soprattutto dopo il successo di dispositivi che usano la tecnologia touchscreen come iPhone di Apple, a cui hanno fatto seguito una serie di cellulari sempre più all'avanguardia prodotti da aziende come Nokia, la taiwanese Htc o Research in motion, il cui BlackBerry Storm ha registrato ottime vendite questo mese.

Il settore potrebbe ricevere un'ulteriore spinta da Microsoft, che ha annunciato di voler dotare della tecnologia touchscreen il suo Windows 7, successore del sistema operativo Vista.

Secondo gli analisti, il grande successo per i pc dotati di questa tecnologia potrebbe arrivare dalla capacità del dispositivo di sopperire ai limiti della tastiera: si pensi ad esempio ai problemi che si possono incontrare quando si vuole scrivere in lingue che usano gli ideogrammi, come il cinese.

In più, se gli alti costi e le limitate funzionalità dei computer dotati di questo particolare tipo di schermi Lcd non ne hanno permesso il decollo nell'ultimo decennio, oggi potremmo assistere a un aumento delle vendite grazie a una migliore qualità delle immagini e una maggiore sensibilità dello schermo al tatto, oltre che al consistente calo dei prezzi degli schermi a cristalli liquidi.

Ma secondo molti analisti è ancora troppo presto per affermare che i pc dotati di touchscreen avranno lo stesso successo dei cellulari provvisti della stessa tecnologia. Attualmente solo l'1% dei computer portatili venduti in Asia è in touchscreen, e il sistema sembra ancora trovare spazio principalmente in determinati tipi di dispositivi di settore, pensati ad esempio per ristoranti e supermercati.

Il gigante Hewlett-Packard è stato il primo a lanciare lo scorso anno un pc con touchscreen di prima qualità pensato per grafici e in grado di supportare sofisticati programmi di design, Hp TouchSmart, a un prezzo di listino di 1.499 dollari.

Asusteck ha invece puntato su un prodotto per il grande pubblico, destinato all'uso domestico e alla navigazione su Internet, lanciando Eee Top, con un prezzo di listino di 649 dollari.

La compagnia spera di vendere 5 milioni di Eee Tops in due anni, circa il 40% del totale di unità vendute nel 2008, e secondo gli analisti la proposta low cost di Asuteck potrebbe attirare i consumatori attenti alle proprie tasche e contribuire al successo di questa tecnologia.

Resta tuttavia un po' di scetticismo. Secondo alcuni analisti, passati i primi entusiasmi per la novità, i consumatori potrebbero restare sempre meno soddisfatti da un computer a basso costo e quindi di limitate funzionalità, ma con il touchscreen.

 
<p>Un telefono cellulare con touchscreen. REUTERS/Pichi Chuang (TAIWAN)</p>