Nuovi problemi per astronauti in seconda passeggiata spaziale

venerdì 21 novembre 2008 10:22
 

di Chris Baltimore

HOUSTON (Reuters) - Gli astronauti dello Shuttle Endeavour che questa notte hanno lavorato all'esterno della Stazione spaziale internazionale (Iss), nel corso della loro secondo "passeggiata" nello spazio, hanno dovuto affrontare un nuovo problema. Dopo che nella prima missione un membro dell'equipaggio aveva perso la cassetta degli attrezzi, nella tuta di un altro astronauta sono saliti improvvisamente e fuori dalla norma i livelli di anidride carbonica.

La responsabile della "passeggiata" Heidemarie Stefanyshyn-Piper e Shane Kimbrough, alla sua prima esperienza nello spazio, sono rientrati nella camera d'equilibrio della Stazione spaziale all'1.43 ora italiana, dopo quasi 7 ore all'aperto.

La loro attività principale era sistemare i giunti che consentono la rotazione dei pannelli solari posti sulla Iss, necessari ad assicurare energia alla stazione.

Gli astronauti hanno dovuto lavorare con una sola pistola lubrificante, dopo che Stefanyshyn-Piper ha perso martedì scorso un kit di strumenti del valore di 100mila dollari.

Nella passeggiata di questa notte, però, i livelli di anidride carbonica nella tuta di Kimbrough sono saliti sopra i limiti di sicurezza, e i controllori della missione gli hanno ordinato di rientrare, anche se la passeggiata era giunta praticamente al termine.

"Non ha rappresentato un cambiamento drastico nei nostri piani", ha spiegato John Ray, responsabile per la Nasa delle "spacewalk", aggiungendo che Kimbrough non è mai stato in pericolo e non ha riportato alcun sintomo negativo.

Lo shuttle è giunto alla Stazione domenica scorsa, per effettuare lavori sui giunti e consegnare materiale necessario per la prossima permanenza di sei astronauti sulla Iss.

Attualmente, sulla stazione restano a rotazione gruppi di tre astronauti per volta.

La Nasa aveva progettato di terminare la costruzione della stazione in 8 anni - ieri era il decimo anniversario del lancio in orbita del primo modulo - ma l'incidente del 2003 allo shuttle Columbia ha costretto a rinviare la fine dei lavori almeno fino al 2010.

 
<p>Un momento della passeggiata spaziale REUTERS/NASA TV</p>