Milano, Bovisa punta a trasformazione in stile Silicon Valley

venerdì 21 novembre 2008 08:34
 

MILANO (Reuters) - Uno storico quartiere industriale milanese, quello della Bovisa, è al centro di un progetto di ampliamento del polo universitario del Politecnico di Milano, con l'obbiettivo di farne un catalizzatore dello sviluppo urbano dell'area, sede di una nuova città della scienza e dei giovani, coniugando impresa e ricerca sull'esempio della Silicon Valley californiana.

E' quanto prevede il masterplan che viene presentato domani sabato 22 novembre (capannone Pinocchio, ai gasometri) che ridisegna la Nuova Bovisa, realizzato per EuroMilano dallo studio Oma di Rem Koolhaas e Reinier De Graaf, che come informa una nota, illustreranno le linee guida delle scelte urbanistiche che saranno realizzate alle autorità degli enti locali.

"La Bovisa cambia volto e diventa protagonista del più innovativo progetto di intervento urbanistico mai realizzato a Milano, destinato a trainare non solo il futuro sviluppo della città, ma anche l'intero sistema economico e industriale italiano", dice la nota.

Il progetto di EuroMilano per il Politecnico, spiega il sito web della società, prevede un sistema di spazi verdi, piazze, percorsi pedonali e tramviari, senza recinzioni e barriere, che apriranno la zona alla città, integrandola con i quartieri circostanti. Miglioramenti previsti anche per la stazione ferroviaria Bovisa, con collegamenti al campus attraverso passerelle aeree.

EuroMilano spa è una società di promozione e sviluppo immobiliare attiva dal 1986, che sviluppa progetti urbanistici con l'obiettivo di incidere positivamente sulla qualità della vita nella città, restituendo agli abitanti aree metropolitane riconvertite, perfettamente integrate con il tessuto urbano circostante, dotate di verde e di strutture capaci di favorire la socialità e garantire la sicurezza delle persone.

 
<p>Immagine d'archivio di schermi di computer. REUTERS/David Gray (CHINA)</p>