Assinform: in Italia information tech +1,1%, rallenta hardware

martedì 18 novembre 2008 17:22
 

MILANO (Reuters) - Il settore dell'information technology italiano chiuderà il 2008 con una crescita dell'1,1%, a fronte di un calo del Pil dello 0,2%.

E' quanto emerge dal rapporto Assinform, l'associazione delle imprese dell'information technology, presentato nel corso di un convegno in Assolombarda.

Ennio Lucarelli, presidente di Assinform, ha sottolineato che "la domanda sta tenendo".

Per il 2009, ha aggiunto Lucarelli, "si prevede un trend stabile o in diminuzione", anche se "le imprese che oggi puntano sull'innovazione continueranno a investire".

Entrando nei dettagli del rapporto, si nota un rallentamento della domanda di hardware (+1%, a 6,614 miliardi, contro +3,6% del 2007), dovuta alla riduzione della spesa delle famiglie. I servizi informatici crescono dello 0,2%, a 9,332 miliardi, e il software registra un incremento del 3,3%, a 4,467 miliardi.

A margine del convegno, il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ha sottolineato l'importanza della banda larga, definita "infrastruttura immateriale", e degli investimenti in innovazione e sviluppo, perché "il nostro Paese è indietro rispetto ad altri".