Patto mondiale antipirateria potrebbe entrare in vigore in 2009

sabato 15 novembre 2008 17:03
 

WASHINGTON (Reuters) - Nel 2009 potrebbe entrare in vigore un nuovo patto internazionale per combattere il commercio di prodotti pirata e contraffatti. Lo ha annunciato ieri un funzionario Usa del settore.

"Penso ci sia una buona possibilità che entri in vigore l'anno prossimo. E' di sicuro qualcosa che esorteremo la prossima amministrazione ad adottare, per fare un passo avanti", ha detto il vice rappresentante al Commercio Usa, John Veroneau, parlando alla facoltà di legge della George Washington University.

Usa, Unione Europea, Giappone ed altri dieci Paesi hanno svolto diversi cicli di colloqui sul proposto accordo ed è previsto che si riuniscano di nuovo verso metà dicembre.

L'accordo aveva sollevato preoccupazioni tra i difensori dei diritti digitali, al punto che l'amministrazione Bush tenne lo scorso settembre un'udienza pubblica per dissolvere i timori che esso avrebbe imposto agli agenti della dogana di perquisire laptop e lettori musicali in cerca di download musicali illegali.

Anche le aziende del settore intrattenimento e Google, primo motore di ricerca al mondo e proprietario del sito di video YouTube, si sono a loro volta scontrati sulla questione se Internet dovesse essere compresa nel piano.