Amministratore delegato Google dice "no, grazie" a Obama

lunedì 10 novembre 2008 10:28
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - L'amministratore delegato di Google Eric Schmidt ha detto nei giorni scorsi che non accetterà l'invito di entrare nell'amministrazione del nuovo presidente Usa Barack Obama come responsabile nel campo tecnologico, come gli era stato chiesto.

"Mi piace lavorare a Google e sono molto felice di restare a Google, così la mia risposta è no", ha detto Schmidt rispondendo ad una domanda di Jim Cramer, ospite di una sua trasmissione su Cnbc.

Schmidt, che è stato anche uno dei più illustri sostenitori del neoeletto presidente, ha detto di aver avvertito in un recente incontro un senso di urgenza in Obama (di fronte alla crisi economica) e di aspettarsi che lui "ascolti attentamente" ed agisca.

Ha anche detto che Obama condivide la sua opinione sul fatto che la tecnologia "verde" possa aiutare a rivitalizzare l'economia. Gli operai del settore automobilsitico licenziati in Michigan, possono tornare al lavoro nella realizzazione di batterie per veicoli ibridi, ha detto come esempio.

 
<p>Barack Obama con Eric Schmidt . REUTERS/Jim Young</p>