Tlc, commissione Usa dà via libera a piano frequenze Google

mercoledì 5 novembre 2008 10:08
 

di Kim Dixon

WASHINGTON (Reuters) - La Commissione Federale americana delle Comunicazioni (Fcc) ha approvato ieri un progetto proposto dalle compagnie tech come Google e Microsoft che prevede l'apertura ai dispositivi wireless delle frequenze televisive, che diventeranno presto vacanti.

I cinque membri dell'Fcc hanno votato l'apertura di parti non autorizzate dello spettro conosciute come 'spazio bianco' che saranno libere dall'anno prossimo, quando gli emittenti americani si sposteranno sulla televisione digitale.

Compagnie come Google e Microsoft e i gruppi di consumatori, hanno dichiarato che l'accesso alle frequenze dello spazio bianco stimolerà l'evoluzione di telefoni cellulari e apparecchi wireless tanto quanto ha fatto il Wi-Fi.

Il commissario dell'Fcc Deborah Taylor Tate si è invece in parte opposta al progetto, dicendo che preferiva un modo più formale di lavorare con le interferenze. Le emittenti tradizionali, come Abc di Walt Disney Inc , la Nbc di General Electric , CBS Corp e persino la cantante country Dolly Parton, si sono dichiarate contrarie al progetto. Hanno detto che i segnali mandati da quella parte dello spettro potrebbero causare interferenze con le trasmissioni o con i microfoni wireless nelle produzioni in diretta.

Un gruppo di emittenti, la Maximum Service Television, ha dichiarato che la decisione "mette in pericolo la ricezione della televisione americana per soddisfare la domanda di Google e Microsoft di spettro 'libero'".

La Fcc si è schierata con le compagnie tech e con i gruppi di consumatori dopo aver testato i dispositivi.

La relazione di un'agenzia ingegneristica ha rivelato qualche settimana fa che lo spettro può essere utilizzato senza creare interferenze dannose.

Harold Feld, vice-presidente senior del gruppo di consumatori Media Access Project, ha dichiarato che questa decisione porterà ad un aumento degli investimenti sulla banda larga e su altre tecnologie.

 
<p>Logo Google nella sede di Mountain View, California. REUTERS/Robert Galbraith</p>