Digitale terrestre, Sardegna spegne ultimo segnale analogico

venerdì 31 ottobre 2008 15:31
 

ROMA (Reuters) - Si è concluso oggi il percorso che ha portato gradualmente la Sardegna a diventare "all digital", con lo spegnimento stamattina dell'ultimo segnale analogico nel nord dell'isola.

La sperimentazione dà il via al progetto del governo, che prevede il passaggio definitivo dei programmi radiotelevisivi dalla tecnologia analogica a quella digitale a livello nazionale entro la fine del 2012.

Secondo quanto riferisce una nota del ministero dello Sviluppo economico, era stato previsto per lo switch off dell'analogico nella regione un periodo di circa due settimane, tra il 15 e il 31 ottobre, per consentire alle emittenti di effettuare gli interventi tecnici necessari su tutti gli impianti.

"Siamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione che cambierà profondamente l'offerta televisiva con un sistema tra i più avanzati in Europa, visto che l'Italia è il primo paese a digitalizzare un'intera regione", ha affermato il sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alle Comunicazioni Paolo Romani, commentando l'avvio dell'era digital in Sardegna.

Secondo il calendario indicato da un decreto ministeriale dello scorso mese -- si legge sul sito web del ministero -- la transizione al digitale avverrà progressivamente nelle altre regioni italiane, divise in 16 aree, a partire dal secondo semestre del 2009, quando si vedrà la tv digitale terrestre nel Lazio, in Campania, in Trentino Alto Adige e in Piemonte. Via via si passerà al digitale nelle altre regioni fino alle ultime due, Sicilia e Calabria, dove il totale switch off avverrà alla fine del 2012

 
<p>Televisori in un'immagine d'archivio. REUTERS/Eric Gaillard</p>