Accordo Google-Yahoo, si oppone associazione consumatori Usa

mercoledì 29 ottobre 2008 11:13
 

WASHINGTON (Reuters) - L'organizzazione di consumatori statunitense Public Interest Group ha contestato il piano di Google di condividere la pubblicità con il rivale Yahoo, affermando che l'accordo potrebbe danneggiare la privacy dei consumatori.

In una lettera inviata dall'associazione a un procuratore generale degli Stati Uniti - di cui Reuters ha ottenuto una copia - il gruppo sostiene che gli operatori pubblicitari in competizione con Google e Yahoo, che insieme detengono oltre l'80% del mercato pubblicitario online, saranno costretti a raccogliere maggiori informazioni sulle utenze Internet perché non saranno in grado di competere sui prezzi con i due leader del settore.

"L'accordo proposto induce i rimanenti soggetti attivi nell'advertising a pagamento a ricorrere a tecniche invasive sulla privacy che colpiscono la riservatezza dei consumatori online e quindi minaccia la questione Internet in generale", ha scritto il gruppo in una lettera mandata al procuratore generale Michael Mukasey e datata 22 ottobre.

Molti inserzionisti sono contrari al piano annunciato lo scorso giugno dalle due società che consentirà a Yahoo di inserire pubblicità Google sul suo sito web. L'accordo potrebbe portare nelle casse di Yahoo un netto di 800 milioni di dollari l'anno.

Google e Yahoo attendono i risultati di una valutazione del piano da parte della sezione antitrust del dipartimento di Giustizia statunitense prima di procedere con l'implementazione.

 
<p>Un autobus turistico passa davanti a un cartello che pubblicizza Yahoo a San Francisco. REUTERS/Robert Galbraith</p>