Per astronauta milionario turismo spaziale sopravviverà a crisi

lunedì 27 ottobre 2008 18:19
 

STAR CITY, Russia (Reuters) - Un biglietto a oltre 30 milioni di dollari non è a buon mercato ma ci saranno ancora ricchi avventurieri disposti a sborsare cifre simili per un sogno nello spazio, a dispetto della crisi.

E' quanto ha dichiarato Richard Garriott, milionario e turista spaziale, tre giorni dopo essere tornato sulla Terra dopo il viaggio alla Stazione spaziale internazionale.

Garriott ha tenuto una breve conferenza stampa nel centro spaziale russo di Star City, dicendo che il suo volo ha realizzato un sogno lungo 30 anni.

"Il lancio della Soyuz TMA-13 è stato come un bel balletto. Forte, affidabile ma anche elegante", ha detto sorridendo Garriott, 47 anni, a proposito del volo sul razzo dell'era sovietica.

"Sono eccitato dal fatto di averlo realizzato dopo 30 anni di lavoro".

Garriott, imprenditore dei videogame, ha pagato oltre 30 milioni di dollari per il suo viaggio di 12 giorni alla Stazione Spaziale.

Figlio dell'ex astronauta Usa e membro di Space Adventures che manda turisti nello spazio, Garriott ha detto che malgrado la crisi globale che rievoca quella degli anni Trenta, ci saranno ancora ricchi appassionati dallo spazio che troveranno i soldi per volare in orbita.

"In una situazione come questa è possibile che la lista di clienti cambi, tuttavia l'elenco delle persone che sono interessate e si possono permettere un volo nello spazio è ancora lunga e crediamo di avere molte opportunità per i prossimi anni", ha aggiunto.

 
<p>Il turista spaziale americano Richard Garriott. REUTERS/Sergei Remezov</p>