Da Europarlamento sì a stretta su violenza via Internet

mercoledì 22 ottobre 2008 18:16
 

BRUXELLES (Reuters) - Il cyberbullismo e la pornografia infantile saranno i principali bersagli di un piano da 55 milioni di euro che oggi è stato approvato dal Parlamento europeo.

La proposta "Internet più sicura" della Commissione europea, che riguarda il quadriennio 2009-2013, punta ad aumentare la sicurezza per i bambini che navigano in Rete, promuovere la consapevolezza del pubblico e creare centri nazionali a cui segnalare i contenuti online illegali.

"La parte più importante del programma è stabilire una base di conoscenza grazie al lavoro comune dei ricercatori impegnati nella sicurezza online dei bambini a livello europeo", ha detto l'eurodeputato conservatore romeno Csaba Sogor.

"Prevediamo punti di contatto e hotline per segnalare condotte abusive e contenuti online illegali".

Sogor ha citato un sondaggio condotto dall'Eurobarometro secondo cui il 74% dei ragazzi tra i 12 e i 15 anni ha navigato su Internet almeno tre ore al giorno, e quasi tutti hanno visto materiale pornografico.

L'Europarlamento ha approvato una versione emendata della proposta della Commissione che pone più enfasi su alcuni nuovi problemi della Rete, come le molestie via web e la diffusione di video clip violenti.

Ci si attende che la proposta, che è passata con 672 voti a favore e 9 contro, venga rapidamente approvata anche dagli Stati membri.