22 ottobre 2008 / 06:18 / 9 anni fa

Spazio, partita la prima missione sulla Luna dell'India

SRIHARIKOTA, India (Reuters) - L‘India ha lanciato oggi la sua prima missione spaziale senza equipaggio sulla Luna, seguendo le orme della sua rivale in Asia, la Cina. Lo mostrano immagini tv, mentre il Paese celebra le sue ambizioni spaziali ed i suoi progressi scientifici.

<p>Il lancio della missione indiana sulla Luna. REUTERS/Babu</p>

Chandrayaan-1 (veicolo per la Luna), una navicella di forma cubica costruita dall‘Organizzazione per la ricerca spaziale indiana (ISRO) è decollata da un centro spaziale nel sud del Paese poco dopo l‘alba.

“Quello che abbiamo intrapreso è un viaggio notevole” ha detto ai giornalisti G. Madhavan Nair, presidente di ISRO.

Questo lancio ben riuscito avviene meno di due settimane dopo che l‘India ha concluso un fondamentale accordo di cooperazione nucleare con gli Stati Uniti, che ha posto fine a decenni di isolamento e l‘ha resa una potenza nucleare a tutti gli effetti.

La missione consiste apparentemente nella mappatura della Luna, ma di fatto ricalca le orme della Cina, i cui astronauti il mese scorso hanno camminato per la prima volta nello spazio e sono in seguito stati festeggiati come eroi nazionali e fa seguito anche alle sonde senza equipaggio mandate da Cina e Giappone nel 2007.

L‘India non vuole restare indietro nella corsa asiatica verso lo spazio, che potrebbe avere implicazioni tecnologiche e militari: corre voce infatti che la Cina abbia simili ambizioni nello spazio, come lo sviluppo di missili anti-satelliti.

Il primo ministro indiano, Manmohan Singh ha detto, durante una visita in Giappone, che l‘intera nazione è orgogliosa di questa missione e della comunità scientifica che l‘ha resa possibile.

Accolto con patriottismo dai media, il lancio sembra aver distratto l‘India dalla crisi economica, dal collasso delle quotazioni e dagli scoppi di violenza etnica e religiosa.

Seema Desai, consulente del rischio politico del Gruppo Eurasia con sede a Londra, ha sottolineato che la missione e l‘accordo nucleare sono stati molto importanti per mettere l‘India in una nuova luce.

Forse però, specialmente in una nazione dove centinaia di migliaia di persone vivono in condizioni di povertà e di malnutrizione, ci si è interrogati poco sul costo di questa missione, che si aggira intorno ai 79 milioni di dollari ed è comunque molto inferiore da quelli sostenuto da Cina e Giappone.

Salvo imprevisti, comunque, la navicella spaziale raggiungerà l‘orbita lunare e resterà due anni ad esaminare la luna cercando prove della presenza di acqua o di metalli preziosi, mentre una sonda atterrerà sulla luna per raccogliere un campione di polvere, che verrà poi analizzato nella navicella.

L‘obiettivo principale è trovare dell‘elio 3, un isotopo molto raro sulla terra che sembra capace di potenziare la fusione nucleare e che, a detta di alcuni scienziati, potrebbe essere una valida fonte di energia per il futuro.

BENEDIZIONE DAGLI DEI

Gli scienziati dell‘ISRO hanno fatto visita ai templi per avere la benedizione degli dei Hindu prima del lancio, e alcuni si sono detti sollevati dal fatto che non abbia piovuto finché il razzo era nello spazio. “il dio della pioggia è stato buono con noi” ha detto Madhavan.

Per molti indiani il lancio è un nuovo traguardo per le ambizioni globali della nazione.

In aprile l‘India aveva mandato in orbita 10 satelliti da un unico razzo e ISRO ha detto che sta pianificando ulteriori lanci prima di una missione nello spazio con equipaggio e di una missione su marte nel giro di 5 anni.

“Con la Cina che si fa strada nel campo dello spazio, l‘India non può permettersi di rimanere indietro” ha scritto l‘analista della sicurezza Ajey Lele sull‘indian Express.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below