Ue, nuove regole per proteggere chi compra online

mercoledì 8 ottobre 2008 19:56
 

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea ha approvato oggi una proposta che renderà più semplice e sicuro per i consumatori dell'Unione lo shopping online tra i 27 paesi del blocco.

Circa un terzo dei consumatori europei -- 150 milioni di persone -- fanno già acquisti su Internet, ma solo 30 milioni di essi lo fanno scegliendo i prodotti da altri paesi del continente. Le nuove regole proposte dalla Commissione vogliono quindi incoraggiare un maggior numero di acquisti online anche da vetrine estere.

L'organo esecutivo dell'Unione intende abbattere le barriere per incrementare la concorrenza di merci e servizi, offrire alle aziende un più ampio mercato e abbassare i prezzi per i consumatori.

La proposta di oggi, a opera del commissario Ue per la protezione dei consumatori Meglena Kuneva, garantirà ai tutti cittadini, da qualunque paese del blocco facciano shopping online, informazioni chiare sui prezzi e sulle tariffe aggiuntive prima che sottoscrivano i contratti di acquisto.

"I nuovi diritti rafforzano la protezione dei consumatori in modo significativo nell'Unione Europea, e garantiscono eguale protezione ovunque essi siano quando comprano", ha detto Kuneva durante una conferenza stampa.

Le regole tuteleranno inoltre i consumatori da ritardi o mancate consegne e garantiranno diritti in caso di guasti, richiesta di rimborsi e periodi di garanzia.

Il commerciante avrà un massimo di 30 giorni per consegnare al cliente il prodotto e dovrà sostenere i costi per eventuali danni alla merce subiti durante il trasporto.

E' previsto anche un periodo di "stand-by" di 14 giorni e un formulario semplificato per rinunciare all'acquisto.

Il testo dovrà essere approvato dal Parlamento europeo e dai governi Ue per diventare legge.

 
<p>Ue propone nuove regole per rendere pi&ugrave; sicuro shopping online. REUTERS/Kham</p>