Harding, web-danzatore buffo per beneficenza

lunedì 21 luglio 2008 15:19
 

NEW YORK (Reuters) - Non sempre ballare bene porta al successo. E' quello che sembra insegnare la storia di Matt Harding, americano di 31 anni, le cui danze maldestre hanno fatto il giro del mondo sul web e ora diventeranno un modo per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza.

Cinque anni fa Harding lasciò il suo lavoro di inventore di videogiochi per iniziare a girare il mondo, filmandosi mentre ballava buffe danze in diversi punti del pianeta.

"Mia sorella mi chiese di mettere il mio video su internet per mostrarlo ad alcuni colleghi. Venne fuori che il video comunicava qualcosa anche a gente che non mi conosceva", ha detto Harding a Reuters.

Nell'autunno del 2004 Harding mise il video in Rete, fondando nel contempo un sito internet, wherethehellismatt.com (tradotto significa "dove diavolo è Matt"), che ebbe così grande successo da attirare i dirigenti della marca di cioccolato e caramelle Cadbury, che si offrì di finanziare i suoi viaggi.

Harding ballò successivamente in 39 paesi, dalle Galapagos all'Antartide, producendo un secondo video che attirò quasi 11 milioni di visite su YouTube.

L'anno scorso Harding ha portato avanti l'impresa di ballare in 46 paesi insieme agli abitanti dei diversi luoghi che visitava. Il suo ultimo video, che dura 4 minuti e mezzo, è stato visto da quasi 19 milioni di persone su YouTube.

Dopo tanto successo, ecco infine la decisione di utilizzare la popolarità per fare beneficenza. Dopo colloqui con alcuni funzionari delle Nazioni Unite e con il suo sponsor, il danzatore buffo ha deciso che userà il ricavato delle sue performance per comprare dei computer portatili ai bambini in Ruanda.

 
<p>Un ballerino di break-dance in un'immagine d'archivio. REUTERS/Petr Josek (Slovacchia)</p>