China Mobile cede oltre 8%, dubbi su riorganizzazione settore

lunedì 26 maggio 2008 13:28
 

HONG KONG (Reuters) - China Mobile, il maggiore operatore di telefonia senza fili al mondo, ha chiuso in ribasso di oltre l'8% dopo che il governo cinese ha annunciato un piano di riorganizzazione del settore.

L'esecutivo di Pechino emetterà tre licenze per servizi di telefonia mobile di terza generazione, invitando a una fusione tra China Unicom e Netcom.

China Mobile, che per anni ha beneficiato di una quota pari a due terzi del mercato, dovrebbe dunque affrontare la competizione di due player rafforzati al posto del concorrente unico attuale, Unicom.

Oggi Goldman Sachs ha ridotto il proprio giudizio sul titolo a "sell" da "neutral", citando proprio gli effetti sfavorevoli della riorganizzazione.

Gli analisti sottolineano che il lancio di servizi di terza generazione richiederà anni, ma permettere a tre operatori di accedere al mercato dovrebbe mantenere ridotte le tariffe.

Inoltre lo sviluppo dei servizi porterà acquisti per miliardi di dollari in equipaggiamenti da Huawei, Zte, Motorola, Ericsson, Nokia e Siemens.

Il titolo China Mobile ha chiuso in calo dell'8,15%.