Tiscali debole, Vodafone non presenta offerta

giovedì 19 giugno 2008 13:20
 

LONDRA/MILANO (Reuters) - Vodafone si è ritirata dalla gara per rilevare Tiscali, secondo quanto riferito a Reuters da una fonte vicina al dossier.

La notizia, che conferma le indiscrezioni stampa lanciate oggi dal Financial Times, continua a penalizzare i corsi di Tiscali che oggi è arrivato a perdere oltre il 10% a 2 euro circa.

Vodafone è stato considerato il pretendente più probabile per la società fondata da Renato Soru perchè sarebbe interessata a rilevare sia gli asset britannici che quelli italiani.

Vodafone non ha voluto commentare e una portavoce di Tiscali ha ribadito quanto dichiarato ieri in relazione ad un articolo di MF in cui si diceva che il gruppo britannico non aveva ancora formalizzato un'offerta e che la prosecuzione del negoziato era in forse. "Il processo di vendita va avanti e una decisione verrà presa, come già detto, entro la fine del mese", ha detto la portavoce.

Secondo l'FT Tiscali avrebbe ricevuto almeno un'offerta e resterebbero in corsa la britannica BSkyB, Carphone Warehouse, Wind e Swisscom (cui fa capo Fastweb).

Vodafone potrebbe tornare ad essere della partita, scrive ancora il quotidiano, se Tiscali non raggiungesse un accordo con uno dei quattro pretendenti ancora in gara.

Una fonte vicina alle trattative in passato aveva detto a Reuters che Vodafone aveva presentato un'offerta preliminare non vincolante sia per la divisione italiana che per quella inglese di Tiscali.

"E' per noi in qualche modo un sollievo che Vodafone si sia tirata fuori, sembra a causa di disaccordi sul prezzo", ha scritto Martin Mabbutt, analista di Nomura, in una nota ai clienti. L'analista sottolinea inoltre che apparentemente il prezzo per Tiscali sembrava molto elevato in relazione alle prospettive di fronte alle quali si trovano le società in un mercato con costi più elevati e crescita in rallentamento.

Poco dopo le 13, il titolo Tiscali perde il 3% a 2,17 euro.

 
<p>Una performance promozionale Vodafone a Istanbul. REUTERS/Osman Orsal (TURKEY)</p>