Telefonia, Calabrò: in 2008 calo prezzi 8%, nel mobile -14%

martedì 15 luglio 2008 11:29
 

ROMA (Reuters) - Il settore telefonico è l'unico che sta mostrando un andamento antinflazionistico. Nel corso del 2008 i prezzi nel complesso sono calati dell'8%, mentre nella sola telefonia mobile si è raggiunto un calo del 14%.

Lo ha detto il presidente dell'Autorità per le Comunicazioni leggendo la relazione al Parlamento sull'attività svolta dall'organismo di vigilanza.

L'evoluzione tecnologica e dei servizi, ha detto Calabrò, "è stata accompagnata da una continua contrazione dei prezzi che, in netta controtendenza all'incremento del costo della vita e all'aumento dei prezzi di tutti gli altri servizi di pubblica utilità, nell'ultimo decennio ha quasi raggiunto il 30% (28,3%). Solo nell'ultimo anno la diminuzione dei prezzi è stata, nel complesso, dell'8%, giungendo nel mobile al 14,6%. L'Istat pone in rilievo che il settore delle telecomunicazioni è stato praticamente l'unico che abbia contrastato l'inflazione".

Calabrò ha anche richiamato gli operatori del mobile, un settore dove la concorrenza è più forte, a darsi da fare per aumentare l'offerta tariffaria: "Stentano a decollare le offerte flat o semi-flat ai servizi di telefonia mobile; per la normalizzazione del mercato sarebbe opportuno - come ho già segnalato - sopprimere la tassa di concessione governativa sugli abbonamenti".

Il presidente dell'Autorità ha poi ricordato che gli interventi tariffari messi a punto per il periodo fino al 2011 comporteranno risparmi per le famiglie di 1,5 miliardi di euro.

 
<p>Un uomo al cellulare davanti a un grande schermo. REUTERS/Hannibal Hanschke (GERMANY)</p>