WiMax, terza giornata a quota 72 mln, fuori AirOne e Wind

venerdì 15 febbraio 2008 19:06
 

ROMA (Reuters) - Wind ed AirOne hanno rinunciato nella giornata di oggi (la terza) alla gara per l'assegnazione delle frequenze WiMax, la banda larga senza fili.

Lo notizia, anticipata da una fonte industriale, è stata confermata da una nota del ministero delle Comunicazioni nella quale si aggiunge che la gara riprenderà martedì prossimo alle 10,30.

"Allo stato attuale tutte le aree di gara sono ancora oggetto di competizione, con 22 partecipanti attivi, essendosi oggi ritirati Wind Telecomunicazioni e Toto Costruzioni. Al momento dell'aggiornamento dell'asta, la cifra complessiva raggiunta è pari a 72,318 milioni circa, con un incremento di oltre il 46% rispetto ai valori della base d'asta", dice la nota.

Tra le aziende in gara Telecom Italia ed Elettronica industriale del gruppo Mediaset.