Texas Instruments taglia stime utili e ricavi in primo trimestre

martedì 11 marzo 2008 09:24
 

NEW YORK (Reuters) - Il produttore di chip Texas Instruments ha ridotto le stime di utile e di ricavi trimestrali, citando la debolezza della domanda di chip per la telefonia mobile, in modo particolare da parte di un cliente. La notizia ha fatto perdere al titolo il 4% nel dopo borsa ieri.

L'annuncio è stato fatto ieri dal capo delle investor relation del gruppo, Ron Slaymaker, in una conference call con gli analisti.

Il manager ha detto che TI ha ricevuto "delle revisioni al ribasso molto significative" nella domanda di chip wireless, in modo particolare per i telefonini con connessione internet ad alta velocità e ha citato soprattutto il cambio dei piani da parte di un cliente.

Il principale produttore al mondo di cellulari, la finlandese Nokia ha ieri perso il 3,5% a 31,75 dollari nel dopo borsa. Un rappresentante della società non ha voluto commentare l'annuncio di TI.

La società Usa ha ridotto le stime di utile per azione del primo trimestre fra 41 centesimi e 45 centesmi dall'obiettivo di 43-49 centesimi emesso il 22 gennaio. La società si attende ricavi fra 3,21 e 3,35 miliardi di dollari dal target precedente compreso fra 3,27 e 3,55 miliardi.

Gli analisti si attendevano una media di utile per azione di 46 centesimi su ricavi pari a 3,4 miliardi di dollari.

Il titolo ha perso il 4% a 28,5 dollari nel dopo borsa di Wall Street ieri dopo avere chiuso a 29,65 dollari nella sessione ufficiale della Borsa di New York.

La notizia ha depresso in avvio di seduta Nokia, che a Helsinki sta perdendo alle 9,20 oltre 5% e trascina tutto lo Stoxx tech in discesa di oltre 2,3%.

 
<p>Il presidente e AD di Texas Instruments Richard Templeton. REUTERS/Jagadeesh Nv</p>