I.Net, giudice revoca sospensione fusione in Bt Italia

lunedì 10 dicembre 2007 18:29
 

MILANO (Reuters) - Un giudice del Tribunale di Milano ha revocato il provvedimento di sospensione della delibera di fusione per incorporazione di I.Net in Bt Italia, adottata dall'assemblea dei soci del gruppo attivo nelle soluzioni aziendali per la sicurezza informatica il 10 settembre scorso.

Nel motivare la revoca della sospensione, si legge in un comunicato di I.Net, il giudice ha affermato che il pregiudizio lamentato dai soci Tamburi Investments Partners, Trafalgar Catalyst Fund e Trafalgar Entropy Fund non verrebbe meno impedendo l'attuazione della fusione.

Inoltre, ha sostenuto il giudice, poiché l'asserito pregiudizio ha natura patrimoniale potrà essere risarcito per equivalente dopo il giudizio.

Di conseguenza, la delibera di fusione riprende efficacia da oggi. In particolare, riprende a decorrere il termine per esercitare il diritto di opzione, iniziato il 24 ottobre scorso, che viene prorogato sino al 3 gennaio 2008.