Prysmian, utile 2007 sale a 302 mln,dividendo 0,417 euro

venerdì 7 marzo 2008 19:19
 

MILANO (Reuters) - Prysmian ha chiuso il 2007 con un utile netto di 302 milioni, in crescita rispetto ai 91 milioni dell'esercizio precedente.

L'Ebitda, si legge in un comunicato della società attiva nei cavi, è salito del 54,4%, a 573 milioni, mentre i ricavi sono avanzati dell'8,2% (crescita organica), a 5,118 miliardi.

Il Cda proporrà all'assemblea degli azionisti (convocata per il 14 e 15 aprile) la distribuzione di un dividendo pari a 0,417 euro per azione, per complessivi 75 milioni.

Il consiglio, inoltre, ha varato un piano di acquisto di azioni proprie per un massimo del 10% del capitale.

L'Ebitda e l'utile, sottolinea la nota, hanno beneficiato di proventi netti non ricorrenti per 44 milioni (rispetto a oneri non ricorrenti per 36 milioni nel 2006).

L'utile, inoltre, si è giovato della riduzione del tax rate al 21,9% dal 38,2% del 2006.

Il free cash flow, prima dei dividendi, si è attestato a 245 milioni, in crescita rispetto ai 166 milioni del 2006.

Commentando i risultati, l'amministratore delegato di Prysmian, Valerio Battista, "per quanto riguarda il futuro, i mercati che riteniamo strategici, in particolare i cavi e sistemi alta tensione terrestri e sottomarini, continuano a mostrare un trend sostenuto di domanda dovuto alla costante crescita dei consumi di energia".