Frequenze Tv, Calabrò: sentenze Consiglio Stato ineludibili

mercoledì 4 giugno 2008 12:21
 

ROMA (Reuters) - Corrado Calabrò, presidente dell'Agcom, sollecita il governo a dare seguito alla sentenza del Consiglio di Stato sulle frequenze tv e assicura il proprio appoggio tecnico.

"Le sentenze del Consiglio di Stato non sono eludibili e nessuno si può sottrarre a queste decisioni", ha detto Calabrò a margine di un convegno organizzato da Businnes International e l'Economist. "Noi ci offriamo di dargli un supporto tecnico".

Il massimo grado della giustizia amministrativa ha recentemente respinto un ricorso presentato da Mediaset sulla vicenda di Europa 7 - che ha vinto la licenza nel 1999 ma non ha mai ricevuto le frequenze - e ha rinviato al governo l'obbligo di ottemperare all'impegno preso con Europa 7.

"Abbiamo fatto il censimento. Vedremo se ci saranno frequenze in analogico disponibili oltre a quelle messe a gara", ha detto ancora Calabrò. "Raschieremo il fondo del barile anche se non ci sono molte disponibilità in analogico. Diverso è il discorso per il digitale".