Telecom, tagli personale per 5.000, impatto target 2008

mercoledì 4 giugno 2008 19:00
 

MILANO (Reuters) - Telecom Italia prevede tagli del personale per 5.000 unità entro il 2010 che porterà a risparmi per 300 milioni a regime, ma con costi aggiuntivi sul 2008 che avranno impatto sui target.

Lo dice una nota della società precisando che oggi "è stato varato un piano di efficienze che prevede la riduzione del personale in Italia di circa 5.000 unità entro il 2010 e una conseguente riduzione dei costi a regime per circa 300 milioni di euro all'anno".

Il piano comporterà oneri di ristrutturazione aggiuntivi per circa 250 milioni, rispetto ai 100 già previsti nel piano 2008, "che si prevede impatteranno principalmente i risultati dell'anno corrente e i relativi target comunicati il 7 marzo".

La nota aggiunge che gli oneri saranno "più che compensati" da risparmi di costi già nel corso dei successivi 2 anni.

Il gruppo ha varato anche una nuova organizzazione interna, costituendo la direzione domestic market operations, che avrà il compito di integrare la gestione e il controllo delle attuali strutture fisso, mobile e top clients.

La nuova direzione è affidata ad Oscar Cicchetti, che riporta direttamente all'Ad, Franco Bernabè.

La nuova direzione adotterà un modello organizzativo che supera l'attuale modalità di presidio del business per tecnologie (fisso/mobile) in favore di un'articolazione per segmenti di clientela.

L'obbiettivo è arrivare a una struttura con tre macro aree: consumer, business e top clients, che offriranno ai rispettivi segmenti di clientela prodotti e servizi convergenti.

Le attività internazionali restano affidate a Oscar Cicchetti. Le funzioni strategy e national wholesale services vengono collocate alle dirette dipendenze dell'Ad.

 
<p>Un uomo al telefono davanti a un centro Telecom Italia. REUTERS/Dario Pignatelli (ITALY)</p>