Il figlio del "Padrino" fa causa a Paramount per un videogioco

giovedì 19 giugno 2008 10:48
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il figlio di Mario Puzo, lo sceneggiatore statunitense de "Il Padrino", ha fatto causa alla Paramount Pictures per non aver ricevuto una percentuale dei ricavi dalle vendite del videogioco basato sul libro e sul film vincitore di diversi premi.

Negli atti inviati alla Corte superiore di Los Angeles il 18 giugno, il newyorchese Anthony Puzo ha chiesto un risarcimento danni di almeno 1 milione di dollari per la violazione del contratto.

La Paramount ha commissionato a Electronics Art la realizzazione e la distribuzione del gioco basato sui personaggi e la storia del primo film della trilogia "Il Padrino" del 1972, che vedeva protagonisti Marlon Brando e Al Pacino.

Secondo i documenti inviati da Puzo alla corte, la Paramount - unità di Viacom - ha stretto nel 1992 un accordo con suo padre che assicurava allo sceneggiatore una percentuale dei ricavi sulla vendita, o il noleggio, di ogni prodotto audio-video con contenuti tratti da "Il Padrino".

Mario Puzo è morto nel 1999 all'età di 78 anni, lasciando tutti i suoi averi in eredità al figlio.

Non è stato ancora possibile avere commenti dalla Paramount.