Tv via Internet, raddoppiati abbonamenti nel mondo in 2007

mercoledì 12 marzo 2008 10:51
 

FRANCOFORTE (Reuters) - Il numero di abbonati nel mondo alla tv via Internet (Iptv) è raddoppiato nel 2007, raggiungendo la cifra di 12 milioni e 300mila, grazie soprattutto ai mercati dell'Europa occidentale, dove alcuni fornitori di accesso a Internet a banda larga offrono tale servizio gratuitamente. La notizia è contenuta in un rapporto pubblicato ieri.

L'Europa occidentale, guidata dalla Francia, ha registrato il 57% degli abbonamenti alla tv via Internet, secondo la società di analisi Informa Telecoms & Media.

Gli operatori telefonici tradizionali cercano nuove fonti di ricavi per compensare la diminuzione del giro d'affari delle chiamate vocali su linea fissa, e l'Iptv è un mercato promettente, soprattutto per gli operatori storici che dispongono di vaste reti.

Secondo i dati di Informa France Telecom, Iliad Free, Neuf e Alice Telecom Italia hanno attirato oltre cinque milioni di clienti per l'Iptv integrando il loro servizio gratuitamente nel pacchetto delle proprie offerte Internet.

Ma un gran numero di tali abbonati potrebbe non essere disposto a pagare per avere contenuti aggiuntivi, avvertono gli analisti di Informa.

"Il 2007 è stato un anno cardine per l'Iptv nella misura in cui molti operatori di telecomunicazioni dell'Europa occidentale hanno lanciato delle offerte complete", sottolinea il rapporto, precisando che la tv su Internet non è ancora che a una fase di sviluppo e di crescita.

"Sarà interessante vedere quale approccio sarà utilizzato per l'Iptv nel futuro: sarà uno strumento per fidelizzare gli abbonati o potrà avere vita propria, come un servizio che produce profitto?".

La Cina conta circa un milione di abbonati alla tv via Internet e Hong Kong ha superato la cifra a settembre, divenendo il mercato più "maturo", dato che il 60% dei clienti di Internet a banda larga sono abbonati a un servizio Iptv, dice Informa.

Nel 2007 la crescita degli abbonati negli Usa alla tv via Internet è stata superiore al milione di unità grazie in particolare ai servizi di fibra ottica di Verizon e d'AT&T.

 
<p>Un internet point in Svezia. REUTERS/Johan Nilsson/Scanpix (SWEDEN)</p>